Esplora

Uno scenografico borgo che sorge ai piedi della "montagna madre" e che può vantare la stretta vicinanza alle spettacolari Gole di San Martino, un vero e proprio canyon di 14 chilometri, accesso naturale al versante orientale del Parco Nazionale della Majella che è valso a Fara l'appellativo di "porta" del Parco.

Uno spettacolare scenario che racconta di un borgo ricco di storia e luoghi che ne raccontano la tradizione: dall'antico monastero benedettino di San Martino in Valle al quartiere di Terra Vecchia, dalla parrocchiale di San Remigio alle sorgenti del Fiume Verde.

Insomma, natura e cultura che si incontrano e in piena armonia creano dei luoghi da non perdere!

  • Gualchiera Orsatti

    A memoria della tradizione di lanai dei faresi una ottocentesca fabbrica di panni lana

  • Centro Visite e Museo Naturalistico del Parco Nazionale della Majella

    Il luogo dove imparare a conoscere gli ambienti e le grotte del versante orientale del Parco.

  • Sentiero per famiglie n.20

    Un percorso nella natura e nella storia ideale per chi ama lasciarsi affascinare da luoghi insoliti

  • Abbazia di San Martino in Valle

    Un luogo dal fascino indimenticabile e che da subito ti porta indietro nel tempo popoli vissuti migliaia di anni fa!

  • Chiesa della Santissima Annunziata

    Un piccolo gioiello all'interno della cinta muraria dell'antico centro fortificato del borgo.

  • Anello della Val Serviera

    Uno degli itinerari di media-bassa quota pi¨ belli dell'intero gruppo montuoso!

  • Chiesa di San Remigio

    Un luogo di culto che rappresenta il punto di riferimento per gli abitanti di Fara San Martino

  • Gole di San Martino

    Un vero e proprio canyon che si apre agli ospiti nella sua grandiositÓ

  • Quartiere Terra Vecchia

    Il nucleo urbano pi¨ antico del paese dove lasciarsi catturare da vicoli e piazzette ricolme del fascino della storia.

  • Sorgenti del Fiume Verde

    Una grande ricchezza per il paese e un luogo dal fascino della natura incontaminata